Quanto costa l'Italia dei disastri

A Palazzo Santa Chiara ospite l'illustre sismologa Emanuela Guidoboni

Quanto costa l'Italia dei disastri

Il Progetto di Vito Teti e Maria Teresa Iannelli: creare il museo dei terremoti

Incontri. A Reggio “Calabria in pillole”: nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno

Lunedì 26 maggio, all’Istituto d’Istruzione Superiore “N. Pizi” di Palmisi è tenuto il primo incontro di Calabria in Pillole Momenti informativi del Galbatir, ciclo di sei incontri organizzati in partnership con Sykea,Associazione Turistica Culturale. Il seminario, dal titolo “Un nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno”, ha avuto come relatore il professore Vito Teti, ordinario di Etnologia presso l’Università della Calabria e direttore del Centro di Antropologie e Letterature del Mediterraneo, al quale gli studenti, dopo alcune letture tratte dal libro Maledetto Sud a cura del prof. Antonio Carrozza, hanno posto una serie domande. Si è venuto, in tal modo, a sviluppare un dialogo tra gli studenti e Teti durante il quale sono stati analizzati alcuni degli stereotipi che vengono attribuiti ai meridionali.


Il professore, nel suo intervento, si è poi soffermato sui comportamenti da assumere come, ad empio, essere più persuasivi e meno retorici, insistere sulle cose belle, essere coerenti con le proprie convinzioni, inventare una nuova mappa dell’identità, intendere l’”ozio” come un nuovo modo di interpretare il tempo, essere coscienti che ognuno di noi è responsabile del proprio tempo. Ha quindi concluso evidenziando l’importanza della parola “riguardo”, termine a lui caro, intesa come guardare ogni cosa in un altro modo, riguardare criticamente il passato ma anche curare un cosa cara.

IL CONVEGNO è stato aperto dalla preside della scuola, professoressa Maria Corica, attenta, sempre partecipe ed attiva nell’accogliere e poi concretizzare i progetti finalizzati a migliorare le condizioni culturali e sociali della comunità, la quale ha salutato e presentato le istituzioni, il professore Teti, il Galbatir e l’associazione Sykea. La preside ha quindi passato la parola al Sindaco di Palmi, il Giovanni Barone, il quale ha sottolineato l‘importanza delle manifestazioni culturali e della collaborazione tra enti, associazioni e scuole. C’è stato poi l’intervento di Antonio Alvaro, Presidente del Galbatir, il quale ha espresso la ferma volontà di creare momenti di incontro, dialogo confronto con la comunità in modo da favorire la nascita di nuovi stimoli e di nuove idee per lo sviluppo del territorio. Ha preso quindi la parola Maria Valarioti, presidente di Sykea, che ha spiegato le finalità dell’associazione e ringraziato Antonio Alvaro e quindi il Galbatir, con il quale si è creata una collaborazione e una sinergia tali da consentire la realizzazione di Calabria in Pillole, chiudendo dunque il suo intervento con la lettura della parte conclusiva del libro Maledetto Sud, particolarmente significativa per Sykea.

http://www.cn24tv.it/

Un nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno

Un nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno 

Istituto d'Istruzione Superiore "Nicola Pizi", Palmi 
26 Maggio 2014
9:30 - 12:30

Un nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno sarà il tema dell'incontro che chiuderà il ciclo di seminari Calabria in Pillole realtà e scenari futuri. Il professore Vito Teti, ordinario di Etnologia presso l'Università della Calabria e direttore del Centro di Antropologie e Letterature del Mediterraneo, con il suo intervento ci aiuterà a riflettere sul perché "Solo un Mezzogiorno aperto e cosmopolita potrà avere un futuro". Per l'Einaudi ha pubblicato il saggio "Maledetto Sud", in cui affronta il tema degli stereotipi e dei luoghi comuni applicati alla meridionalità e risponde alle domande: Perché non è semplice sentirsi parte di un'unica Italia? Perché viviamo nella maledizione di un'identità angusta, chiusa e inventata, come quella che oppone Nord a Sud? L'antropologo sostiene che: "Il fatto di assumere la Calabria come 'terra indecifrabile' spesso porta i calabresi a considerarsi e a rappresentarsi come incompresi, inconoscibili, oggetto di negazioni, in una parola vittime".

Cataldo Perri: «La musica mi ha salvato la vita»

Il medico cantastorie della provincia di Cosenza racconta la sua esperienza artistica, ma anche le vicessitudini personali e afferma come la musica e l'arte possano diventare «terapie salvavita»


CATALDO Perri si muove tra varie formule consolidate: lo show nato dal suo libro “Ohi dotto’“, i concerti con lo Squintetto, i reading con l’amico scrittore Carmine Abate. È un periodo febbrile per il cantastorie-medico cariatese. 
La vita comincia a 60 anni? «La periandropausa, a parte le vampate - dice - mi ha portato riconoscimenti gratificanti. A qualsiasi età si può essere giovani, se ogni mattina abbiamo l’animo disposto a meravigliarci. L’arte e la musica sono terapie-salvavita senza effetti collaterali ed esenti ticket». A lui le gratificazioni non sono mancate mai, comunque. «Mi conforta aver scelto un percorso sganciato da stili e mode. La Rai ha scelto le mie musiche per trasmissioni cult: Linea Blu, Sereno Variabile, Geo e Geo... ... e fermiamoci qui». Il periodo è fitto, entriamo nel vivo: primo appuntamento oggi a Torino al Salone del Libro. 

Ohi Dotto’, spettacolo letterario musicale di Cataldo Perri - 14 maggio all'Unical.

UNIVERSITA' DELLA CALABRIA
Cattedra di antropologia culturale
Dipartimento di studi umanistici


presenta lo spettacolo letterario musicale :

Ohi Dotto’ 

Cataldo Perri (chitarra battente e voce)
Checco Pallone (tamburello e chitarra)
Enzo Naccarato (fisarmonica)
Piero Gallina (violino e lira calabra)

Introducono il Prof. Vito Teti e il prof. Carlo Fanelli

Mercoledi 14 maggio ore 17,00 
cubo 28 aula Mario Alcaro
(ex filologia 8)
Ingresso libero 

Appuntamenti al Salone del Libro di Torino - 11 maggio 2014

Ore 12.00 • Sala Avorio
Maledetto Sud (Einaudi)
di Vito Teti
a cura della Regione Calabria e dell’Einaudi Editore
con Mario Caligiuri, Caterina Scolieri, Antonella Tarpino
letture di Alberto Micelotta

Appuntamenti al Salone del Libro di Torino - 11 maggio 2014

Ore 10.45
Cesare Pavese e la Calabria
a cura della Fondazione Carical
con Vito Teti, Franco Vaccaneo, Mario Bozzo
Monica Lanzilotta, Maria Rosa Masuero

Appuntamenti al Salone del Libro di Torino - 10 maggio 2014

Ore 20.30

Il giovane Corrado Alvaro
Poesie, prose, scritti inediti 1911-1916 (Donzelli)
con Vito Teti, Carmine Donzelli, Mario Bozzo
Gilberto Floriani

Appuntamenti al Salone del Libro di Torino - 10 maggio 2014

Ore 15.00

Omaggio a Saverio Strati
con Mario Caligiuri, Vito Teti
Carmine Abate, Mimmo Gangemi
Gioacchino Criaco, Angela Bubba, Dante Maffia
Luigi M. Lombardi Satriani

Nutrimenti. Di Mario Caligiuri

È il tema conduttore della presenza della Regione Calabria al Salone del Libro di Torino. Sarà uno speciale “cibo per giovani menti", soprattutto perché saranno nuovamente altri mille studenti calabresi ad animare una delle kermesse culturali più importanti d'Europa. Un'altra impresa dei Mille di differente natura e in direzione ostinata e contraria. Non a caso, nel programma che abbiamo predisposto, le scuole saranno protagoniste di eventi, mettendo in mostra progetti e iniziative sulla lettura. Anche i Comuni evidenzieranno le loro attività a cominciare dalla splendida iniziativa della Biblioteca errante di Vallefiorita, così come le sette Città del Codice, rappresentate alla fine del Cinquecento nel prezioso Codice Romano Carratelli, da proporre nel registro Memorie del mondo dell'Unesco. Saranno oltre trenta le Case editrici calabresi che animeranno il programma, con iniziative di grande respiro. In tale quadro, da segnalare quelle del Centro Editoriale e Librario dell'Università della Calabria, uno dei pochi atenei nazionali impegnato in questa direzione. L'idea di fondo è quella di considerare la “Letteratura calabrese come letteratura universale" e che può considerarsi il filo rosso di tutta la nostra presenza.

Maledetto Sud al Salone Internazionale del libro di Torino - Domenica 11 maggio


Salone Internazionale del libro

ex Lingotto Torino
Domenica 11 maggio ore 12.00
Sala Avorio
a cura della Regione Calabria
e della casa Editrice Einaudi







Presentazione del libro di Vito Teti
Maledetto Sud


Con l’autore intervengono
  • Mario Caligiuri - Assessore alla Pubblica Istruzione e Cultura Regione Calabria
  • Caterina Scolieri – Liceo Morelli Vibo Valentia, critico letterario
  • Antonella Tarpino – Casa Editrice Einaudi
Letture di brani del libro saranno effettuate da Alberto Micelotta