Incontri. A Reggio “Calabria in pillole”: nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno

Lunedì 26 maggio, all’Istituto d’Istruzione Superiore “N. Pizi” di Palmisi è tenuto il primo incontro di Calabria in Pillole Momenti informativi del Galbatir, ciclo di sei incontri organizzati in partnership con Sykea,Associazione Turistica Culturale. Il seminario, dal titolo “Un nuovo modo di rappresentare il Mezzogiorno”, ha avuto come relatore il professore Vito Teti, ordinario di Etnologia presso l’Università della Calabria e direttore del Centro di Antropologie e Letterature del Mediterraneo, al quale gli studenti, dopo alcune letture tratte dal libro Maledetto Sud a cura del prof. Antonio Carrozza, hanno posto una serie domande. Si è venuto, in tal modo, a sviluppare un dialogo tra gli studenti e Teti durante il quale sono stati analizzati alcuni degli stereotipi che vengono attribuiti ai meridionali.


Il professore, nel suo intervento, si è poi soffermato sui comportamenti da assumere come, ad empio, essere più persuasivi e meno retorici, insistere sulle cose belle, essere coerenti con le proprie convinzioni, inventare una nuova mappa dell’identità, intendere l’”ozio” come un nuovo modo di interpretare il tempo, essere coscienti che ognuno di noi è responsabile del proprio tempo. Ha quindi concluso evidenziando l’importanza della parola “riguardo”, termine a lui caro, intesa come guardare ogni cosa in un altro modo, riguardare criticamente il passato ma anche curare un cosa cara.

IL CONVEGNO è stato aperto dalla preside della scuola, professoressa Maria Corica, attenta, sempre partecipe ed attiva nell’accogliere e poi concretizzare i progetti finalizzati a migliorare le condizioni culturali e sociali della comunità, la quale ha salutato e presentato le istituzioni, il professore Teti, il Galbatir e l’associazione Sykea. La preside ha quindi passato la parola al Sindaco di Palmi, il Giovanni Barone, il quale ha sottolineato l‘importanza delle manifestazioni culturali e della collaborazione tra enti, associazioni e scuole. C’è stato poi l’intervento di Antonio Alvaro, Presidente del Galbatir, il quale ha espresso la ferma volontà di creare momenti di incontro, dialogo confronto con la comunità in modo da favorire la nascita di nuovi stimoli e di nuove idee per lo sviluppo del territorio. Ha preso quindi la parola Maria Valarioti, presidente di Sykea, che ha spiegato le finalità dell’associazione e ringraziato Antonio Alvaro e quindi il Galbatir, con il quale si è creata una collaborazione e una sinergia tali da consentire la realizzazione di Calabria in Pillole, chiudendo dunque il suo intervento con la lettura della parte conclusiva del libro Maledetto Sud, particolarmente significativa per Sykea.

http://www.cn24tv.it/