L'Ufficiale Alvaro. Lettera dal fronte.

Il ricordo
L’ironia e la sagacia, tipiche del grande scrittore calabrese, si ritrovano nelle lettere dal fronte che raccontano della Prima guerra mondiale



Ottobre 1914.
Esattamente cento anni addietro.
Corrado Alvaro «da San Luca» (come si firmava nelle sue primissime e giovanili prove poetiche scritte a Catanzaro), da Roma raggiunge Firenze dove ha scelto di fare il soldato in un plotone di allievi ufficiali.
L’arrivo di Alvaro a Firenze non deve essere stato molto diverso da quello che racconta Luca Fabio (classe 1895, chiamato soldato a diciannove anni nell’ottobre del 1914), uno dei tanti alter ego che lo scrittore adotterà nelle sue opere a sfondo “autobiografico”, in Vent’anni (1930, n. ed. Riveduta 1953).



Il Quotidiano della Domenica, 26 ottobre 2014