«Costruire la democrazia. Umberto Zanotti Bianco tra meridionalismo ed europeismo». Il volume di Mirko Grasso


Un'altra grande e bella notizia editoriale. Un libro Donzelli sul grande Umberto Zanotti Bianco, il cui nome è indissolubilmente legato anche alla Calabria e al Sud (soprattutto per il celebre Tra la perduta gente), visto nella sua complessità e ricchezza, nel suo impegno civile e meridionalista, nella sua attenzione a tematiche ambientaliste, alla tutela del paesaggio, al diritto alla scuola e al sapere.
Un umanista e un intellettuale a tutto tondo ci viene riconsegnato fuori da ogni retorica e da revisionismi edulcorati. Sono orgoglioso di averlo scoperto e di averne parlato ne ll pane, la beffa e la festa (Guaraldi, 1976) ) e ne Il senso dei luoghi (Donzelli, 2004; n. ed. 2011). Ho amato ed amo il suo sguardo (anche fotografico) profondo, melanconico, carico di pietas e di speranza. Il suo progettare e fare secondo valori ed etica, sempre dalla parte dei ceti popolari.


Umberto Zanotti Bianco visto da Salvatore Piermarini (dalla «Storia disegnata della fotografia»):


Ink on paper / © Salvatore Piermarini

0 commenti:

Posta un commento

Potete contattarmi all'indirizzo tetivito@gmail.com