Buonvicino // «Premio Ippolito Cavalcanti»


Segnalo con piacere e gratitudine l'incontro di quest'oggi, all'interno dell'iniziativa «Rapsodia d'autunno» di Buonvicino, dedicato al tema Cibo, cultura, sapori e simboli nel Mezzogiorno d'Italia.

Al termine del convegno riceverò il premio «Ippolito Cavalcanti», un riconoscimento che porta il nome dell'autore di uno dei più importanti e classici trattati di cucina meridionale e napolatana.  Ippolito Cavalcanti (1787- 1860 circa), figlio di Guido e duca di Buonvicino, è tra l’altro autore della Cucina teorico-pratica, pubblicata la prima volta a Napoli nel 1837 e alla quale aggiunge, nella seconda edizione del 1839 l’appendice Cucina casarinola co la lengua napoletana. Il trattato e l’appendice in lingua napoletana hanno un grande valore per la storia dell’alimentazione e della gastronomia meridionale ed europea. 

La tradizione di piatti della grande cucina italiana e francese del tempo si arricchisce, in maniera originale e innovativa, grazie alla proposta di preparati popolari e casalinghi dove trovano impiego anche pomodori e peperoncino e peperoni, prodotti ancora praticamente ignorati dai trattati gastronomici.


0 commenti:

Posta un commento

Potete contattarmi all'indirizzo tetivito@gmail.com